Thoughts, words or something else ...

(Pensieri, parole o chissà che altro)

Le mie foto
Nome:

Zoccarato Francesco




lunedì, gennaio 09, 2006

Your own PLACE . . .

Spesso mi chiedo dov'è quel luogo che sento mio ...
Oggi in macchina ascoltavo Max P. che parlav.. cantava approposito della sua CASA e mi son chiesto qual'e' il posto che piu' sento mio al mondo... e sapete, credo di averlo un posto mio... e so che se anche ve lo svelassi resterebbe comunque mio, perche' non e' fatto di muri, soffitti, attestati di proprieta' o pavimenti.

E' un posto dove vado a correre con la seconda sorellina (la bestia)...
Questo luogo proprio alla meta' di quell'argine incolto una volta, e solo una di piu' di tutte le altre mi offriva qualcosa... Uno scenario che alle spalle mi regalava la visione dei monti pallidi imbiancati di zucchero a velo, mentre di fronte a me si presentava un tramonto da safari (di quelli che puoi guardar negli occhi senza occhiali da sole) ... alla mia parte mancina faceva compagnia una presenza amichevole, sempre pronta a giocherellare a discapito del paesaggio visibile alla mia destra... non uno sterminio ma (bisogna accontentarsi) qualche centinaio di metri di soli campi gia' rasati del grano che li avrebbero fatti risplendere (come dal racconto di Antoine de Saint ed Exupery)...
Una bellezza per gli occhi, e spero di non essermi dilungato troppo in una descrizione che non e' cosi' dettagliata come vorrei...

Piccolo particolare: ora non ci si puo' piu' arrivare a quel posto dato che per costruire un quartiere e' stato chiuso l'argine! Mi sento un po' il ragazzo della via Gluck (Montale se preferite) Spero non me lo portino via quel posticino di mondo che e' solo mio!

Tutto questo mio narrare porta ad un'inevitabile domanda (voi tutti conoscete la mia curiosita'):
... e voi? Avete un posto degno che vi accolga quando non sapete a che pensare o cosa fare (ora, almeno a me, sarebbe molto d'aiuto)?

Baci.
f

5 Comments:

Blogger Angel said...

Fisso bello anche se uno cominciando a leggere penserebbe che stai parlando di chissà quale fantastico luogo cmq è vero c'è sempre un posto credo che un pò tutti ce l'abbiano dove anche magari stare seduti e pensare a quello che hai nel GULLIVER...a volte però il posto migliore non è raggiungibile sopratutto in inverno nel mio caso non potrei stare in mezzo al mare...perchè è un luogo dove ritorni secondo me alle origini quando eri nel pancione e non conoscevi le difficoltà della vita non sapevi nulla e quando ci stali lì nell'acqua bassa la sera verso le 6 che cè più calma guardi verso il largo tutto ti passa per la mente e senti secondo me tutte le emozioni dentro scorrere è fantastico e se poi si ama il mare l'acqua è fantastico!!!

10/1/06 11:37  
Blogger bu said...

Il mio posto forse è un po' meno romantico del vostro.in effetti sento tutti gli spettacoli naturali un pochino miei...ma un posto veramente tutto mio credo sia la mia automobilina.Oltre a svolgere la sua funzione mi fa da armadio,ascolta tutti i miei sfoghi,raccoglie le mie risate,quando sono in macchina canto a squarciagola,mi vede piangere,mi porta ovunque vado.E' la mia piccola casa dalla quale posso vedere una miriade di spettacoli diversi e ascolta i miei pensieri.Senza contare che rispecchia esattamente il mio disordine...
baci!

10/1/06 16:44  
Blogger Marco said...

quel posto esiste....
è il mondo,
in ogni momento in ogni respiro,
è la vita.
non importa quello che vedi,
importa quello che senti dentro.
ogni angolo di questo nostro piccolissimo mondo personale
...è il tuo posto

11/1/06 00:57  
Blogger Angel said...

...soprattutto diventa nostro quel posto qnd ci si sta insieme ed è bellissimo...

11/1/06 23:07  
Blogger Marco said...

Già Già.....

12/1/06 00:37  

Posta un commento

<< Home